52 milioni di euro per opere idriche in Basilicata
basilicata acquedotti
+
Category: Bandi Italiani / Tags: ,
Ago, 3, 2017

È stato dato il via ad un’operazione di oltre 52 milioni per le opere idriche in Basilicata, con il Consorzio di bonifica di Bradano e Metaponto che assegna otto lotti per il miglioramento delle reti. Nello specifico, il bando riguarda la concessione del diritto all’utilizzo dei canali, delle condotte e delle infrastrutture in gestione al Consorzio di bonifica Alta Val D’Agri per poter prelevare e trasportare, oltre a restituire l’acqua. In più, verrà dato il diritto di superficie e servitù di passaggio e di elettrodotto per la gestione e costruzioni di nuove centrali idroelettriche. La gara d’appalto del progetto è predisposto dal Consorzio di bonifica Alta Val D’Agri e la concessione del diritto comporterà a vari obblighi al concessionario, come provvedere alla progettazione, realizzazione e gestione di tutto l’impianto e delle varie opere accessorie, entro i limiti delle autorizzazioni ricevute.

Ma vediamo la divisione dei lotti disponibili:

–       Impianto idroelettrico diga di Marisco Nuovo, 1° salto, 6,5 milioni;

–       Diga di Marsico nuovo, 2° salto, 7,2 milioni;

–       Impianto canale Cavolo, 11,2 milioni;

–       Impianti idroelettrici da 50 Kw per vasca S1 in contrada Recoleta e vasca S2 in Andriace, impianto idroelettrico da 80 Kw restituzione canale Recoleta, 6 milioni;

–       Impianto idroelettrico da 250 Kw in contrada Cerchiarito, 8,3 milioni;

–       Impianto in contrada Cerchiarito coclea da 22 Kw, canale in sinistra Gannano coclea da 60 Kw, salto immissione condotta in pressione coclea da 60 Kw e Valtellina Francis da 150 Kw, 6,4 milioni;

–       Impianto idroelettrico da 100 Kw scarico di fondo e impianto idroelettrico traversa di Santa Venere o dissabbiatore vecchio, 3,8 milioni

–       Canale Santa Venere, 2,9 milioni.

Tutte le risorse necessarie per la realizzazione e gestione sono a carico del privato e la remunerazione del concessionario arriverà solo in casa dello sfruttamento diretto della centrale elettrica.

A Roma sud son necessari vari interventi di urbanizzazione, che valgono circa 4,3 milioni. Il progetto del Consorzio è quello di migliorare la mobilità urbana e dei collegamenti con le aree vicine, la realizzazione di varie opere pubbliche e creazione di servizi utili, facendo particolare attenzione alla sostenibilità ambientale e al rispetto sociale della zona. Il progetto prevede la trasformazione di una superficie di quasi 300 mila metri quadri, di cui circa 16300 mq verranno utilizzati per il verde pubblico, 33mila mq per parcheggi e 45mila mq per i vari servizi di cui ha bisogno il quartiere. Per la realizzazione dei vari spazi verdi è richiesta la creazione di piste ciclabili e che permettano il collegamento tra le varie zone.

basilicata acquedotti

Nessun commento
1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (No Ratings Yet)
Loading...

COMMENTS

Rispondi

Aggiungi un commento a questo post